LIFESTYLE

La mia tavola di primavera

primavera
CONDIVIDI
Share on FacebookTweet about this on TwitterEmail to someone

La primavera in casa

Non si poteva desiderare che una tavola di primavera per questi giorni di ‘benvenuta normalità’. Dopo un periodo così lungo di chiusura altro non ho desiderato che ricreare

un nuovo look per la casa spostando ed eliminando oggetti che mi appesantivano la vista e rinfrescando tavolini con tessuti nuovi  e vivaci.

Più di tutto ho voluto ricreare al primo appuntamento con la mia famiglia un pranzo leggero che ci permettesse di stare un pò insieme e raccontarci tutto quello lasciato prima del lockdown.

La freschezza dei fiori di questo periodo, lo sbocciare delle rose, soprattutto, mi hanno dato l’idea semplice ed elegante di abbellire la tavola. Se state per realizzare un pranzo e accogliere ospiti  in questo periodo, lasciatevi ispirare dalla bella stagione. Via libera al colore,  alla scelta di qualsiasi fiore anche se di campo, daranno una nota country alla vostra mise en table. Mixate stoviglie importanti e classiche ad oggetti vintage o di uso quotidiano ma soprattutto non frenate la vostra immaginazione, create senza esagerare ed osate anche con stili diversi.

Donerete benessere alla vostra casa, ai vostri occhi e i vostri ospiti si sentiranno ben accolti oltre che coccolati.

primavera

La mia tavola di primavera in quattro mosse

So perfettamente che  non ci vuole molto per ricreare la tavola che sto per proporvi ma vi metto in guardia perché il passo da una tavola chic ad una shock e fuori stile è ad uno schiocco di dita.

  • Primo step, aver in mente la decorazione del centrotavola.
  •  Organizzare la scelta dei tessuti in base al colore del centrotavola che non deve esser necessariamente una tovaglia bensì una runner, delle americane o semplicemente dei tovaglioli se avete un tavolo bello da mostrare.
  •  Scegliere delle stoviglie leggere e non molto decorate.
  •  Organizzare un menu che sia in tema al vostro table setting.

Vi mostro come è nata l’idea della mia tavola di primavera e come l’ho realizzata.

L’ispirazione arriva dall’esterno

Non so voi ma quando arriva la bella stagione io giro sempre con delle forbici da potatura nella borsa e non vi nascondo che quando posso raccolgo qualche fiore, soprattutto se si tratta di rose particolari che sono alla fine della loro fioritura. Ed è stato proprio la vista di rose selvagge in un giardino abbandonato ( variegata di Bologna, Pierre de Ronsard e Royal Copenaghen) che mi ha ispirato la realizzazione della tavola.
Ho puntato tutto sulla semplicità per creare un fil rouge con questi fiori semplici ed eleganti, loro, sono stati il mio punto di partenza.
Dopo di ciò ho scelto una tovaglia in lino lavato, dal colore neutro, un grigio che ha messo in risalto il rosa pallido dei tovaglioli e quello acceso dei fiori. Per donare un senso di naturalezza alla tavola ho scelto di non stirare affatto i tessuti e lasciarli nature.
Dopo aver steso la tovaglia sul tavolo, ho sistemato al centro i fiori in tre semplici vasetti da marmellata, bassi in modo da non ostruire la vista dei commensali fronte posto.
Il resto della mise è venuta da sé, piatti color talpa in ceramica lavorata a mano, piattini e coppette trasparenti e decorati a rintaglio per dar luce e ricchezza al tavolo, posate vintage e dei bicchieri classici a calice hanno fatto il resto.

primavera

primavera

primavera

primavera

 

ACQUA ALLE ROSE
Per rendere speciale il tutto ho preparato come benvenuto un acqua profumata alla rose, fresca e dissetante. Per l’occasione di questa tavola di primavera ho sfoggiato delle vecchie coppe in cristallo che nulla hanno a che fare con il resto della mise en table ma insieme al vassoio il legno vintage hanno regalato un’atmosfera d’antan e romantica alla mia tavola. Questa versione di acqua profumata è molto naturale, priva di zuccheri ma se preferite è possibile prepararne una un po’ dolce. A tal proposito vi rimando alla mia ricetta di sciroppo alle rose.

INGREDIENTI
1 Lt di acqua frizzante naturale
5 foglie di menta fresca
20 petali di rose profumate non trattate chimicamente
ghiaccio qb e 2 scorze di 1 limone bio

PROCEDIMENTO
Staccate i petali di rosa e lavateli. Prendete una brocca, versateci l’acqua fresca unite i petali e le foglioline di menta.
Lasciate riposare per tre ore e solo al momento di servire unite i cubetti di ghiaccio le due scorze di limone per gustare in compagnia.

 

primavera

 

 

Leave a Response