LIFESTYLE

La tavola di Natale e dei ricordi

CONDIVIDI
Share on FacebookTweet about this on TwitterEmail to someone

Il ricordo…

Con il naso sulla finestra appannata non si vedevano che sporadiche macchine passare, in casa nel mentre un tepore e  profumo di cucina ricopriva tutte le stanze. Era il momento del vestito della festa, del cerchietto nuovo con il fiocchetto rosso porpora in velluto, delle tanto desiderate scarpette in vernice blu notte. Un passaggio veloce dal salone per controllare tutti i regali scartati la sera precedente, si faticava ad attendere il mattino di Natale per scoprirli e poi giù, tutti di corsa a vedere l’arrivo dei cuginetti, a mostrar tutte quelle bellezze appena indossate e a scambiarsi i giochi appena ricevuti.

Era Natale, non c’era da scherzare!

Mentre tutto ciò accadeva, eravamo ignari dell’esistenza di un altro mondo, quello delle mamme, degli adulti, coloro che si occupavano dei preparativi lunghi e laboriosi, delle ore trascorse in cucina o a sistemare la tavola che sembrava non finire mai.

Non eravamo mai meno di 20/30 persone per il pranzo di Natale, una tavola lunghissima che occupava tutta la grande sala da pranzo, liberata per l’occasione da alcuni mobili.

Era la mattina, anzi il pranzo del Natale e non c’era da scherzare!

Via libera alle grandi ricamature delle tovaglie stivate nei vecchi cassettoni, l’odore di naftalina e le pieghe segnate da mani che sapevano usare davvero il ferro da stiro. Bicchieri delicati e ricamati anch’essi.

Era Natale, non c’era da scherzare!

I pranzi interminabili, immancabilmente, qualche zio esagerava con il vino e c’era un gran ridere. Infine sulla tavola non restavano che bicchieri unti e semivuoti, gherigli di frutta secca disseminate lungo tutto il tavolo e bucce di arance e mandarini a profumare la sala.

Ultima scena di questo vivido ricordo, la foto rituale di gruppo con la tavola dismessa, un panettone al lastrico e un’infinita e contagiosa allegria.

tavola di natale

tavola di natale

tavola di natale

Il Natale a Tavola, oggi come allora

La tavola di Natale oggi come allora, è il fulcro di queste giornate, il momento delle grandi riunioni, degli abbracci e della condivisione.

Da questi ricordi ravvivati da alcune vecchie fotografie, ho voluto ricreare con l’aiuto e i consigli di Alessandra Dani, la tavola da proporvi per questo Natale.

Ed eccovi delle Linee guide per realizzarla

  • Palette, Arancio, rosa, verde
  • Tessuti naturali
  • Elementi decorativi oro
  • Servizio piatti vintage
  • Posate oro
  • Bicchieri con richiami oro e calici dallo stile classico
  • Candele color rosa
  • Centro tavola natura viva, via libera alla vostra arte.

tavola di natale

tavola di natale

tavola di natale

tavola di natale

Come ho realizzato questa tavola di Natale

Ho disposto alla base una tovaglia in lino verde abete.

Per creare dinamicità, ho adagiato un po a caso lungo il tavolo, arance e mandarini provvisti delle loro foglie e sistemato di numero dispari dei candelieri in ottone con candele dai toni rosa in diverse nuances.

Come spesso accade, non ho utilizzato stoviglie e tessuti di uno stesso sevizio. Ricordate se mixati con criterio il risultato finale può essere interessante. E’ il caso dei tovaglioli, rosa e in lino anch’essi.

Li ho annodati ( per dare un tocco d’ attualità ) e  disposti alla sinistra della forchetta. Ho scelto delle posate color oro per richiamare dettagli dei bicchieri e dar luce alla tavola. Il servizio di piatti vintage che hanno fatto da fil rouge per la presenza del bordo in oro e dei fiorellini rosa al loro interno.

Ho disposto poi dei bicchieri, tutti di servizi diversi ma con richiami al tema della tavola. Il bicchiere per l’acqua verde con ricami oro, un calice da vino classico e infine delle coppe con bordo oro per le bollicine. Immancabili delle buone bottiglie di vino a rallegrare la giornata.

 

tavola di natale

tavola di natale

tavola di natale

tavola di natale

Ricreiamo insieme lo stile della tavola dei ricordi di Mariangela, giocando con il rosa, il verde abete e l’oro, per rendere unico il giorno più atteso dell’anno

 

tavola di natale

1. Brocca in vetro di Empoli lavorata a mano, Eligo. / 2. Zuppiera da 12 con coperchio, collezione Oro di Doccia Ginori 1735. /
3. Ghirlanda natalizia artigianale, intrecciata a mano con rami di ginepro fresco Am Flower Fashion Design. / 4. Abbracciaio, candelabro in fusione di alluminio finitura oro metallizzato, design Philippe Stark con Ambroise Maggiar, Kartell. / 5. La tradizione del decoro a cineserie settecentesco, riproposta in questo piatto lavorato a mano della collezione Chinoiserie, Laboratorio Paravicini. / 6. Essenza di abete, legno di guaiaco, muschio, questa l’interpretazione di Diptyque per una profumazione invernale dedicata alle festività. / 7. Coppa da champagne in cristallo sfaccettato soffiato a bocca, Luoise Roe. / 8. Tovaglia in cotone con orlo a giorno su ciascun lato, Zara Home. / 9. Taste, servizio posate 24 pezzi in acciaio inox finitura Mirror PVD Gold, Sambonet. / 10. Tovagliolini Cocktail Time Colors in lino vintage tinto a mano, con bordo in filo colorato a contrasto, Pois a Righe. / 11. Tumbler cilindrico piccolo, in cristallo colorato soffiato a bocca e molato a mano, collezione Tommy, Saint Louis. / 12. Coppia di candele leggermente rastremate con finitura opaca, lunghezza 30 cm. H&M.

 

Leave a Response