FOOD

Fragole e cioccolato, ecco cosa resta di una torta!

FRAGOLE E CIOCCOLATO
CONDIVIDI
Share on FacebookTweet about this on TwitterEmail to someone

Di fragole e cioccolato..

Se la visione del purgatorio, inferno e paradiso di Dante fosse vera, io son certa, farei parte del girone del golosi.

Lo ammetto, ma probabilmente si sarà già capito, io per i dolci ci vado matta, ma matta per davvero. Avete presente quando state per addentare un bel pezzo di torta e mentre le papille festeggiano, pensate già al prossimo morso e poi ancora al successivo?  E una volta terminato la mente è già proiettata a godere con il secondo pezzo? Ebbene lo so, forse sarei da curare ma di dolci io, non ne ho mai abbastanza!

fragole e cioccolato

Quanto dura la felicità?

La situazione si complica quando si parla di cioccolato, il desiderio si triplica. Non ho mai capito perché ma tutte le cose più buone  e quelle più belle hanno breve durata, qualcuno me lo saprebbe spiegare?

Ad esempio, prendiamo le rose oppure la frutta bella e colorata di stagione, le fragole, perché durano per un periodo così limitato dell’anno? E della primavera, vogliamo parlarne? Perché durare solo poche settimane?

Ricordo che quando ero piccola e desiderosa del mio secondo pezzo di dolce, mia nonna mi suggeriva di mangiarlo piano e a piccolissimi morsi in modo che durasse di più e il mio palato ne godesse più a lungo. Sorrido a quelle occasioni e mi rendo conto che oggi come allora accade la stessa scena. Mi concentro per godermi a piccoli sorsi il bello e l’effimero della vita.

Tutta questa riflessione scaturita in un pomeriggio di fine quarantena dopo kg presi a forza di mangiar dolci e carboidrati e il desiderio persistente di poter mangiare ancora una bella fetta di torta al cioccolato che ha tutto il gusto del peccato e la dolcezza delle fragole di primavera.

Ed eccovi la mia tentazione per non sentirmi sola in questo limbo di goduriosi ;)))

 

fragole e cioccolato

fragole e cioccolato

fragole e cioccolato

fragole e cioccolato

CROSTATA MORBIDA al CIOCCOLATO e FRAGOLE CANDONGA

A proposito di eccellenze Lucane, assaggiando questa fragola, si capisce subito che è speciale, diversa dalle altre. Rosso intenso, forma allungata, gusto e shelf life di oltre 7 giorni dalla raccolta ne sottolineano le differenze. E’ la candonga, una qualità di fragole prodotte in Basilicata, nel Metapontino, dove inverni miti e soleggiati e terreni fertili, la rendono unica, la regina tra le fragole. Per la realizzazione di questa torta ho utilizzato le fragole Candonga dell’azienda primo sole e  lo  stampo furbo di 28 cm.

INGREDIENTI

Per la base

  • 90 g di farina 00
  • 40 g di burro a pezzi morbido
  • 30 g di cioccolato fondente
  • 120 g di zucchero
  • 3 uova bio (temperatura ambiente)
  • 1/2 bustina di lievito per dolci
  •  bagna per dolci a piacere (facoltativo, io limoncello)

Per la farcia

  • 200 g di cioccolato fondente buona qualità
  • 200 g di panna fresca
  • fragole, foglioline di menta e  fettine di limone qb

PROCEDIMENTO

  • Sciogliete il cioccolato in piccoli pezzi con il burro a bagnomaria oppure in microonde, amalgamando di tanto in tanto sino a scioglierlo e lasciate da parte.
  • In una terrina, montate le uova e lo zucchero inserendo un uovo per volta sino a quando il composto diventerà chiaro e bello gonfio. Unite il cioccolato messo da parte ed amalgamate delicatamente.
  •  Setacciate la farina e il lievito ed unitelo al composto. Sbattete con le fruste sino ad amalgamare bene il tutto e accendete il forno a 180°C.
  • Imburrate e infarinate lo stampo furbo di 28 cm, versate l’impasto delicatamente e infornate per circa 30 min. (ogni forno è diverso, per questo controllate la cottura con uno stecchino).
  •  Nel frattempo, lavate le fragole delicatamente e tagliatele verticalmente  in 4 parti. Fate lo stesso con le fettine sottilissime di limone e lasciate da parte.
  •  Mentre la torta cuoce in forno, preparate la ganache facendo scaldare la panna in un pentolino e versandola sul cioccolato a pezzi. Amalgamate il tutto e create una ganache omogenea e lucida.
  • Sfornate la crostata morbida, lasciatela raffreddare, capovolgetela e staccatela dallo stampo.
  •  La torta con il passare delle ore, tenderà ad asciugarsi un po’, potete bagnarla con del liquore oppure delle bagne come più gradite.
  •  Lasciate colare la ganache all’interno della torta sino a colmarla, fatela riposare qualche ora nel frigo.
  • Al momento di servirla guarnitela con le fragole, le fettine di limone e qualche fogliolina di menta fresca.
  •  Conservatela in frigo e copritela per non farla seccare.

Leave a Response