FOOD

Le girelle al cioccolato, colazione da urlo.

CONDIVIDI
Share on FacebookTweet about this on TwitterEmail to someone

 

 

Le girelle al cioccolato sono perfette per una colazione da urlo.

Per me, al mattino si affronta il pasto più importante della giornata! Ma non lo è stato sempre.

Quando ero adolescente scappavo di casa solo con il sapore del caffè.Poi,  all’università i ritmi più frenetici, la città e qualche svenimento in tram mi hanno insegnato che fare un buon pasto al mattino, aiuta sicuramente ad affrontare la giornata in modo migliore.

Ho trascorso in parte i miei anni di studentessa universitaria con mia sorella Flavia, condividendo lo stesso appartamento. Lei al contrario di me, la colazione la faceva sempre, soprattutto amava prepararsi torte e ciambelle fatte in casa. Trascorreva i dopocena nella casetta di via dei gerani a sfornare delizie sempre nuove e gustose.

Nostalgica di quegli anni, l’altro pomeriggio eravamo a casa mia e le ho chiesto se le andava di preparare qualcosa insieme.

Ha permesso che scegliessi la ricetta e poichè non vado sempre d’accordo con i lievitati le ho proposto le girelle, che so fanno impazzire anche le piccole Marta e Giulia.

Inutile raccontarvi che abbiamo trascorso un bellissimo pomeriggio come non succedeva da tempo, tra ricordi, risate e qualche piccolo rimprovero…ma va bene anche così.

Non credo ci sia niente di più bello che cucinare in compagnia, trovo sia un momento di grande aggregazione, sintonia e condivisione anche di una certa intimità.Si sviluppa una splendida sinergia che rende questo momento ancora più piacevole.

Sarò sincera per questa ricetta ho contribuito appena, proprio per non rischiare che qualcosa non andasse a buon fine. Eccovi la ricetta delle girelle di Iaia.

 

 

GIRELLE AL CIOCCOLATO di Iaia

Alternativa alla crema gianduia potrebbe essere una marmellata oppure dei frutti rossi

 

 

INGREDIENTI

  • 550 g di Farina Manitoba
  • 120 g di zucchero di canna
  • 1 uovo
  • 250 ml di Latte
  • 50 g di olio di semi
  • 75 g di Cioccolato  in gocce
  • Crema gianduia q,b.
  • Scorza di un limone bio
  • 10 g  di lievito di birra

PROCEDIMENTO

  • In una ciotola capiente, versate il latte e sciogliete il lievito.
  • Aggiungete zucchero, olio, uovo e scorza di limone, amalgamate e pian piano unite la farina.
  • Impastate sino a rendere omogeneo l’impasto, prestando  attenzione a non lasciarlo troppo appiccicoso.
  • Fatelo riposare, sino a diventare il doppio di volume.
  • Una volta lievitato, adagiate l’impasto su carta forno e stendete a forma di rettangolo dello spessore di mezzo centimetro.
  • Con l’aiuto di un cucchiaio adagiate crema gianduia e gocce di cioccolato senza preoccuparvi di stendere in modo omogeneo.
  • Arrotolate l’impasto e tagliate fette da 2 cm l’una.
  • Adagiate in una leccarda con carta forno e fate riposare per 30 min. ancora.
  • Trascorso questo tempo infilate in forno preriscaldato e cuocete a 180°c per circa 20/25 min.

 

 

4 Comments

  1. Cara Mariangela ho replicato la tua ricetta e avrei bisogno di qualche chiarimento:
    – l’impasto è molto molle con quelle proporzioni per cui ho dovuto aggiungere un po’ di farina. Come è risultato a te?
    – una volta steso ho messo marmellata al posto della gianduia ma è stato un po’ difficile arrotolarlo, era molto sfuggente, forse perché la marmellata è più scivolosa della cioccolata.
    – data la mollezza dell’impasto tagliare le girelle è stato un po’ un’impresa, alla fine comunque è andata ma si sono abbastanza “spaparanzate”.

    Hai qualche suggerimento da darmi? Grazie
    Carla

    1. Ciao Carla,
      grazie per avermi scritto e mi fa piacere che abbia replicato la ricetta.
      la parte difficile di queste girelle è proprio l’impasto.Nella descrizione ho specificato che non deve risultare molto molliccio,hai fatto benissimo ad aggiungere della farina. Cmq molti fattori , quali temperature esterne e quella degli ingredienti incidono sul prodotto finito.Trattandosi di un lievitato e non una frolla o altro è sicuramente più impegnativo lavorarlo.Dei movimenti decisi e non caricarlo troppo di marmellata, aiuterebbe di certo.Anche con la cioccolata avresti avuto lo stesso impegno.Le prime non sono mai un successo, come avrai letto ho chiesto l’aiuto di mia sorella;)
      Grazie e spero esserti stata di aiuto.Mariangela

  2. Grazie, sono riuscita a cuocerle. Sono morbidissime, molto buone. Certo l’aspetto non è dei migliori, sono un po’ sdraiate. Pensi che mettere il rotolo in frigo a rassodare prima di tagliarle possa essere una buona idea? Un’altra domanda, come le conservi se non le mangi tutte?
    Carla

    1. fantastico…si potrebbe essere un’idea quella del frigo…conservale pure con un canovaccio per qualche giorno o in frigo e poi le riscaldi..un bacio Carla

Leave a Response