FOOD

Una torta alla lavanda per Cecilia

torta lavanda
CONDIVIDI
Share on FacebookTweet about this on TwitterEmail to someone

La torta di lavanda per un primo compleanno, ecco l’ispirazione e come realizzarla

Il primo compleanno di Cecilia è arrivato senza nemmeno accorgercene, solo ieri sembrava di vederla nascere e già la ritroviamo grande.

La festa del primo anno è quello più importante, i parenti la ricorderanno per sempre e un giorno il festeggiato rivedendo le foto immaginerà l’emozione dei familiari e l’amore che lo ha circondato in quel giorno speciale.

Un grande traguardo per tutti, per il piccolo e per i genitori. Avremmo voluto una festa in grande stile per Cecilia ma la situazione covid non ce lo ha permesso, così gliene abbiamo organizzata una vecchia scuola in casa proprio come quelle che si facevano una volta e che un pò tutti ci siamo disabituati a festeggiare. Ma ve le ricordate quelle feste?

La tovaglia al momento della torta era quella super ricamata, usata solo per le feste per intenderci. Sullo stesso tavolo comparivano puntualmente coca e aranciata da un lato e bottiglie di liquori improbabili a far da soprammobile al lato opposto. Poco più in la un vassoietto di paste secche e immancabile proprio al centro la torta del festeggiato che era uguale ad ogni compleanno, bassa, con panna, canditi rossi e verdi disposti a caso qua e la.

torta lavanda

torta lavanda

Sulla scia di questo ricordo ma per fortuna per Cecilia non proprio così, ho realizzato una torta che mai avrei creduto di poter pubblicare.

Uno perchè era la prima volta che la realizzavo, due perchè in tanti mi avete chiesto la ricetta su instagram e così ho deciso di farlo pur non avendo degli scatti decenti da proporvi.

In questo caso la sostanza sostituirà la forma.

Ci tenevo a sottolineare che non è tutta farina del mio sacco o meglio mi sono lasciata ispirare da Anna Kubel che tanto ammiro e da un maitre chocolatier Italiano che vive a Zurigo e anche lui propone sempre meraviglie all’avanguardia, Pino Nocilla.

Per quanto riguarda abbinamento delle creme e decorazione sono andata ad intuito ed ho cercato di prendere quello che avevo in casa e trattandosi della stagione della lavanda, ho approfittato di questi semplici e profumati fiorellini.

Risultato? Wooow! una torta buonissima e bella da vedere. Ps. Con il senno di poi, una variante l’avrei fatta. Tipo aggiungere una bella manciata di semi di papavero alla panna, trovo sarebbe stata ancora più bella.

torta lavanda

torta lavanda

TORTA AL CIOCCOLATO e limoncello  con crema di ricotta alle AMARENE

Per realizzare questa torta ho utilizzato 2 stampi da 20 cm e un’alzata in polistirolo per ottenere l’effetto che desideravo. I fiori di lavanda li ho raccolti da un cespuglio che non subisce trattamenti chimici ed ho unito anche delle foglie di rosa, non erano necessarie ma in quel momento mi piacevano.

INGREDIENTI

PAN DI SPAGNA

  • 400 g di farina 00
  • 350 g di zucchero
  • 400 ml di latte
  • 100 g di cacao
  • 4 uova
  • 200 ml di olio di semi
  • 2 bustine di lievito per dolci

CREMA DI RICOTTA

  • 500 ml di latte fresco intero
  • 3 tuorli
  • 90 g di zucchero
  • 50 g di amido
  • scorza di un limone bio
  • 200 g di ricotta fresca
  • amarene sciroppate qb

DECORAZIONE

  • 300 ml di panna fresca
  • 15 fiori di lavanda o fiori eduli
  • liquore limoncello (oppure bagna)

PROCEDIMENTO

  • Questa torta si realizza in pochi minuti, consiglio di preparala il giorno prima in modo che si raffreddi bene e il condimento all’interno possa assorbirsi al meglio.
  • Versate tutti gli ingredienti liquidi del pan di spagna in una ciotola e lavorateli con la frusta.
  • Poi unite gli ingredienti secchi  (setacciate la farina) e lavorate ancora con la frusta sino ad amalgamare il tutto.
  • Dividete l’impasto in due parti uguali, rivestite le teglie del diam. 20 cm l’una e versateci in ognuna la parte di composto.
  • Preriscaldate il forno a 180° C e fate cuocere le torte per circa 35 min. La prova dello stecchino vi aiuterà a capire quando sarà del tutto cotta.
  • Uscitele dal forno e lasciatele raffreddare.
  • Preparate la crema pasticcera come di consueto. In un pentolino sbattete le uova e lo zucchero con un frustino, unite l’amido e continuate a mescolare.
  • A parte riscaldate il latte con la zeste di limone e versatelo nelle uova. Mescolate velocemente e mettetelo a cuocere sul gas a fiamma bassa sino a che si rapprende.Tenete cura di mescolare sempre per non creare grumi.
  • Togliete il pentolino dal fuoco e fate raffreddare coprendo con la pellicola la superficie della crema.
  • Una volta raffreddata, unite la ricotta alla crema e mescolate sino ad amalgamare il tutto e poi unite anche le amarene in quantità desiderata.
  •  Montate la panna e lasciatela in frigo. Siamo pronti per comporre la nostra torta.
  • Tagliate le torte in due parti e bagnate  a vostro piacimento con il limoncello oppure con la bagna se preferite un gusto meno alcolico.
  •  Fermate il polistirolo con una noce di crema alla base del vassoio o alzata ( decidete subito cosa usare, dopo sarà difficile spostare la torta su altro piatto di portata) poggiate il primo disco di torta e  spalmate uno strato generoso di crema. Poggiate il secondo disco di torta. Nel mezzo tra le due torte usate un disco sempre di 20 cm di cartone, in modo da poterla tagliare meglio.
  • Proseguite poggianado il terzo disco di pan di spagna, unite la crema ed ultimate con il quarto disco. Assicuratevi che sia ben in asse la torta altrimenti una volta ricoperta, risulterà una torre di Pisa.
  • Ora potete decorarla. Con l’aiuto di una spatola lunga oppure di una marisa iniziate a ricoprirla con la panna, lasciando onde di imprecisione. Darà un’aspetto più rustico alla vostra torta.
  • Una volta completato, ritoccate eventuali vuoti o solchi. Pulite i fiori da eventuali impurità o insetti, tagliateli in diverse altezze e poggiateli sui lati della torta facendo una leggera pressione. Qui la vostra fantasia darà il miglior risultato. Riponetela ancora qualche ora in frigo prima di servirla.

2 Comments

Leave a Response